Liberalibri

Biblioteca a Cielo Aperto

Caserta

               Scarica logo Liberalibri Liberalibri    Caserta   " Biblioteca  a  Cielo  Aperto"    
Home Attività in corso Chi siamo Elenco libri Eventi Tratto da Grazie a... Liberalibri consiglia      
 

Fondare biblioteche è come costruire granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno

di spirito...

 

Memorie di Adriano

M. Youcenar

I hate this harsh world

but baby’s charming smile

holds back my fierce grudge

  

Egilberto Petraccaro (poesia inedita)

La ricerca inizia in un punto, ma, come un fiume impetuoso non si sa dove può andare a sfociare

Giorgio Matteucig da CorpusDelphicum

 

 a cura dell'Associazione Liberalibri

 

*********

...alla ricerca di un nuovo equilibrio che "consenta" nuovamente la dignità umana....

Signora Simona

 

Liberalibri per l'Abruzzo

 

 

 Elenco dei libri raccolti nelle varie manifestazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

 

Sei Agosto Duemiladiciassette


In ricordo di Dom Gregorio De Francesco

Fede, Amore, Conoscenza


Bibliotecario della Biblioteca dell'Abbazia di Montecassino

 

 
     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Scaffale

 

IL DRAGO CELESTINO

leggeva sempre ogni libricino

era grande di statura

 ma a tutti non faceva paura

Guidava il suo trenino

portando a spasso ogni bambino

e con loro girava il mondo

in tondo...in tondo...

Il drago Celestino

era molto carino

di color verdino

e i suoi occhi erano ardenti

quando sprizzava fuoco fuor dai denti

Il suo amico tanto piccolo e carino

era un bel pulcino

e sempre andavano al laghetto

dove insieme facevano un bel bagnetto.

Nel prato in fiore

c'erano anche le more

che raccoglievano con amore

e il giorno con il suo tepore

dava tutto il proprio calore.

 

                  di

Marta (anni 10)

Iolanda (anni 9)

 

 

Come potrei vivere senza libri.

Maria (anni 12)

 

 

 

Ad Apollo

 

L’Invidia disse

all’orecchio di Apollo di nascosto:

 “Non mi piace il poeta che non canta

quanto il mare.” Col piede Apollo indietro

spinse l’Invidia e disse: “ La corrente

del fiume assiro è grande, ma sull’acqua

trascina molte scorie della terra

e molto fango. Non da tutti i luoghi

l’api portano l’acqua per Dèo (Demetra)

ma la piccola goccia che zampilla,

limpida e pura da una fonte sacra,

suprema qualità” Salve, Signore,

dov’è l’Invidia il Biasimo ritorni.

 

Inno II 113-115 di Callimaco

 

 

Home - Attività in corso Chi siamo -Elenco libri - Eventi - Tratto da... - Grazie a... - Liberalibri consiglia -

© gavg 2007